Créer un test
Connectez-vous !

Cliquez ici pour vous connecter
Nouveau compte
4 millions de comptes créés

100% gratuit !
[Avantages]


- Accueil
- Accès rapides
- Imprimer
- Livre d'or
- Recommander
- Signaler un bug
- Faire un lien


Recommandés :

- Jeux gratuits
- Nos autres sites



Publicités :





[Italien]Un froid de loup

Cours gratuits > Forum > Forum Italien || En bas

[POSTER UNE NOUVELLE REPONSE] [Suivre ce sujet]


[Italien]Un froid de loup
Message de gigliola posté le 15-12-2017 à 13:36:30 (S | E | F)
A tutti buongiorno!

En cette fin d'année que je souhaite paisible à tous, j'offre à votre traduction ce texte que j'ai écrit pour vous.
J'espère que vous aimerez le traduire...
Vers le 14 janvier, je vous donnerai ma version italienne. Je suis heureuse de vous retrouver, et bienvenue à ceux que je ne connais pas encore.

Un froid de loup...

Les fontaines de Rome, toutes ensemble, - insiste la légende* - pendant les heures où les hommes dorment de leur sommeil le plus profond... se turent.

C'était le 24 décembre 1619, cent années après la mort de Léonard de Vinci. Un froid polaire engourdissait la ville.

" Le fer se rouille, faute de s'en servir, l'eau stagnante perd de sa pureté et se glace par le froid. De même, l'inaction sape la vigueur de l'esprit". *

Ainsi pensait l'une des plus petites fontaines de Rome, quand des craquements répétés presque imperceptibles attirèrent toute son attention. Puis ce fut comme une plainte :
La petite fontaine entendit le ‘chant du froid’ sourdre de la « tuile aux loup* » qui annonce en sifflant le vent du nord qui fait sortir les hordes affamées du bois.

Une fine pellicule de poussière irisée glisse alors doucement du toit, la tuile s’effrite lentement, tombant en pluie nonchalante entremêlée de minuscules cristaux de glace .

Devant le visage au sourire énigmatique ciselé par Léonard sous la voûte de la petite fontaine, s’ouvre alors un improbable rideau de lumières, que la faible lueur des rares lampes à huile encore allumées irradie… dernière vision avant que ses forces ne l’abandonnent?

Un ultime sursaut de courage l’anime: Laisserait-elle mourir, « par inaction », la « vigueur de son esprit »? , lui souffle le souvenir des mots de Léonard…

Dans le silence irréel qui règne sur Rome, un chant s’élève faiblement de ses lèvres gercées.
Elle voudrait par la chaleur de son souffle faire voler en éclats la glace qui peu à peu l’enserre.
De menus filets d’eau perlent encore le long des torsades de ses cheveux que le vent du nord impuissant ne fait même pas frémir.

Mais d’où vient cette chaude caresse qui semble la faire renaître?

Attirée par son chant et le murmure de l’eau teintée de l’argile rouge dont les vertus revigorent, une louve affaiblie se désaltère. Elle lèche avec délicatesse les moindres gouttelettes restées sur le marbre blanc… elle a étanché sa soif. Elle sent revenir ses forces, elle disparaît sans bruit.

(à suivre...).

* Citation de Léonard de Vinci.
* L'une des légendes sortie de mon imagination...

Cette petite roue multicolore qui se joue de moi m'empêche de poursuivre. Je "poste" quand même, la suite à demain! Je dois demander de l'aide! Veuillez accepter mes excuses! Gigliola.
à tous!


Réponse : [Italien]Un froid de loup de jod47, postée le 16-12-2017 à 15:35:36 (S | E)
Buongiorno a tutti,

Che piacere ritrovarti cara Gigliola.. Grazie per questo piccolo testo!
Quel plaisir de te retrouver ma grande!!Merci pour ce petit texte..Je m'y mets le plus vite possible!!



Réponse : [Italien]Un froid de loup de anisette, postée le 16-12-2017 à 16:34:06 (S | E)
Buongiorno a tutti!

Mi ha dato acquolina in bocca, Gigliola! Mi chiedo che succederà a Roma quella notte... Sono felice come Jod di ritrovarti. Grazie grazie.
Tu m'as donné l'eau à la bouche, Gigliola! Je me demande ce qui va se passer cette nuit là à Rome... Je suis heureuse comme Jod de te retrouver. Merci Merci.

Un freddo da cane...

Le fontane di Roma , tutte insieme, -insiste la leggenda- durante le ore dove gli uomini dormono di un profondo sonno ... tacquero ...

« Si come il ferro s’arrugginisce senza esercizio, e l’acqua si putrefà o nel freddo s’addiaccio, cosi’ lo 'ngegno sanza esercizio
si guasta ». *

Era il 24 dicembre 1619 , cento anni dopo la morte di Leonardo da Vinci. Un freddo polare paralizzava la città.

* Leonardo da Vinci.

Poetessa del sito !

Gigliola, per le correzioni. (grammaticali!).




Réponse : [Italien]Un froid de loup de anchio, postée le 16-12-2017 à 18:30:38 (S | E)
Ci provo per la prima volta.
J'essaye pour la première fois.

Le fontane di Roma, tutte insieme, - insiste la leggenda - durante le ore in cui gli uomini dormivano della grossa... tacquero.

Era il 24 dicembre 1619, cento anni dopo la morte di Leonardo da Vinci. Un freddo polare intorpidiva la città.

"Se non usato il ferro arrugginisce, l'acqua stagnante perde la purezza e ghiaccia dal freddo. Nello stesso modo, l'inazione mina il vigore della mente."
Così pensava una delle più piccole fontane di Roma, quando scricchioli ripetuti...

Grazie, aspetto il seguito!
Merci, j'attends la suite!

anchio.



Réponse : [Italien]Un froid de loup de rita12, postée le 17-12-2017 à 01:49:51 (S | E)
Bonsoir à tous,
Buona sera à tutti,


Un style dont on ne trouve pas le nom dans la nomenclature... rebutant le paresseux stimulant le curieux... et puis une fontaine qui pense... haha!...


Un freddo cane,

Le fontane di Roma tutte insieme - insiste la leggenda - nello spazio di tempo in cui gli uomini dormono del sonno del giusto il più profondo... tacquero.

Il mondo occidentale festeggiava la vigilia di natale del 1619, cento anni dopo il decesso del grande Leonardo da Vinci. Un freddo artico intorpidiva l'eterna città.

" Sappiamo che il ferro arrugginisce in mancanza d'uso, l'acqua stagnante perde la sua purezza e ghiaccia dal freddo. Come anche l'inazione mina il vigore dello spirito"

Ecco come pensava una delle più ingenue fontanelle di Roma, sorpresa dai ripetuti rumori appena udibili...venendo forse del ghiaccio che si spezza ... ma no, pareva fosse un pianto:
La fontanina fu accarezzata da un lamento che sgorgo' da una " tegola ai lupi" che annunziava fischiettando il vento del nord, quello che estrae i branchi affamati dai boschi.

Una tenue pellicola di polvere iridescente scivolo' piano piano dal tetto, la tegola si sgretolo' lentamente, ricadente a pioggia serenamente mischiata a minuscoli cristalli di ghiaccio.

Di fronte alla faccia sorridente enigmatica intagliata da Leonardo sotto la volta della fontanella si apri allora un improbabile sipario di luce che il debole bagliore delle scarse lampe a olio ancora accese irradiavano...ultima visione prima che le sue forze abbandonano

Gigliolina




Réponse : [Italien]Un froid de loup de alucia, postée le 17-12-2017 à 23:02:25 (S | E)
Tempo da lupi

Le fontane di Roma,tutte insieme, insiste la leggenda,durante le ore in cui gli uomini dormono tra due guanciali....tacquero!

Era il 24 dicembre 1619,cento anni dopo la morte di Leonardo da Vinci; un freddo polare (un birbone )intorpidiva la città.

Ognuno lo sa che il fero rugginisce se non viene usato.L'acqua stagnante perde la sua purezza e diventa ghiaccio...

Nello stesso modo l'inattività distruge lo stato mentale anche se coniderato forte.

Voici ce que pensait la plus petite des fontaines...



Réponse : [Italien]Un froid de loup de gigliola, postée le 18-12-2017 à 12:45:44 (S | E)


A tutti, buongiorno!

Cet amical message pour remercier chaleureusement Jod, Rita, Anchio, Alucia, Anisette d'avoir si vite répondu à ... l'appel du loup! :-

Et aussi pour vous signaler qu'une suite vous attend en haut de cette page, là où j'ai dû m'arrêter à regret de manière intempestive l'autre jour.

Vous pouvez choisir de ne traduire qu'une partie du texte.

Je souhaite la bienvenue à Anchio sur ce merveilleux site.

Merci à vous tous!



Réponse : [Italien]Un froid de loup de jod47, postée le 20-12-2017 à 22:00:19 (S | E)
Buonasera a tutti!

Voici une première partie ...La suite, bientôt!!

Un freddo cane...

Le fontane di Roma, tutte quante insiste la leggenda, nelle ore in cui gli uomini dormono il loro sonno più profondo, si tacquero...
Era il 24 dicembre 1619, cento anni dopo la morte di Leonardo da Vinci. Un freddo polare intorpidiva la città.
-" Se non viene utilizzato, il ferro arrugginisce, l'acqua stagnante perde la sua nitidezza e ghiaccia dal freddo. Perfino l'inattività indebolisce il vigore della mente". Così pensava una delle più piccole fontane di Roma quando degli scricchioli ripetuti, quasi impercettibili attirarono la sua attenzione...






Réponse : [Italien]Un froid de loup de anek, postée le 21-12-2017 à 22:57:01 (S | E)
Buongiorno a tutti!

Non osavo crederci! Il ritorno di "nostra" Gigliola. Ma dimmi, non è facile da tradurre.
Je n'osais pas y croire! Le retour de "notre" Gigliola. Mais, dis-moi, ce n'est pas facile à traduire.
Alors le temps que je passerai avec ta fable , sache que je ne penserai à rien d'autre qu'à la poésie de l'univers que tu crées pour nous. Et puis comme le disent plusieurs
des amis du site, tes phrases nous restent dans l'oreille longtemps. Merci Gigliola.
Il me faudra un peu de temps...



Réponse : [Italien]Un froid de loup de anchio, postée le 23-12-2017 à 16:41:58 (S | E)
Ci provo di nuovo daccapo. Molte difficoltà, ma sono stimolanti! Grazie a gigliola.
J'essaye de nouveau depuis le début. Beaucoup de difficultés, mais elles sont stimulantes! Merci à gigliola.

Le fontane di Roma, tutte insieme, - insiste la leggenda - durante le ore in cui gli uomini dormivano della grossa... tacquero.

Era il 24 dicembre 1619, cento anni dopo la morte di Leonardo da Vinci. Un freddo polare intorpidiva la città.

"Non usato il ferro arrugginisce, l'acqua stagnante perde la purezza e ghiaccia dal freddo. Nello stesso modo, l'inazione mina il vigore della mente."

Così pensava una delle più piccole fontane di Roma, quando scricchioli ripetuti quasi impercettibili attirarono la sua attenzione.

Poi si udì come un lamento:
La fontanella sentì il 'canto gelido' scaturire della "tegola ai lupi" che, fischiettando, annuncia la tramontana che fa uscire le orde affamate dal bosco.

Una fine pellicola di polvere iridata scivolò adagio dal tetto, la tegola si sgretolò lentamente, cadendo indolente come una pioggia mescolata di minuscoli cristalli di ghiaccio.

Di fronte alla faccia dal sorriso enigmatico cesellata da Leonardo sotto la volta della fontanella, si aprì un'improbabile cortina di luci irradiata dai deboli chiarori delle rare lampade a olio ancora accese... ultima visione prima che le forze l'abbandonassero?

Un ultimo guizzo di energia: Lascerebbe morire "per inazione", il "vigore della mente?", le suggerisce il ricordo delle parole di Leonardo...

Nel silenzio irreale che aleggia su Roma, un canto debole esce dalle sue labbra screpolate.
Vorrebbe, col calore del soffio, frantumare il ghiaccio minaccioso che mano a mano la cinge.
Minuti fili d'acqua imperlano ancora lungo le trecce di capelli che l'impotente tramontana non fa nemmeno tremolare.

Ma da dove viene questa calda carezza che sembra farla rinascere?

Attratta dal suo canto e dal mormorio dell'acqua colorata da rinvigorente argilla rossa, una lupa indebolita si disseta. Lecca con delicatezza le ultime gocce rimaste sul marmo bianco... ha estinta la sua sete. Si sente rivenire le forze, sparisce.



Réponse : [Italien]Un froid de loup de iosha, postée le 23-12-2017 à 20:27:15 (S | E)
Ciao a tutti!

Non voglio lasciare passare le feste senza dirti carissima Gigliola, che più tardi, proverò a tradurre il tuo bellissimo testo. Come di solito mi dai la voglia di rimettermi a lavorare il mio caro italiano. Grazie di cuore cuore cuore.

Je ne veux pas laisser passer les fêtes sans te dire ma très chère Gigliola, que j'essaierai de traduire ton si beau texte. Comme d'habitude tu me donnes l'envie de me remettre à travailler mon cher italien. Merci de tout coeur, coeur, coeur.

Quelle imagination et quelle poésie. Je ne dois pas être la seule que tes textes émeuvent tant......

Auguri di felice Natale, Gigliola. Anche a tutti, Auguroni!






Réponse : [Italien]Un froid de loup de anisette, postée le 28-12-2017 à 14:03:52 (S | E)
Buongiorno a tutti.

Une petite "suite", Gigliola en ces temps de fête, j'ai du mal à me concentrer!

Un freddo da cane...

Le fontane di Roma , tutte insieme, -insiste la leggenda- durante le ore dove gli uomini dormono di un profondo sonno ... tacquero ...

« Si come il ferro s’arrugginisce senza esercizio, e l’acqua si putrefà o nel freddo s’addiaccio, cosi’ lo 'ngegno sanza esercizio
si guasta ». *

Era il 24 dicembre 1619 , cento anni dopo la morte di Leonardo da Vinci. Un freddo polare paralizzava la città.

Così pensava una delle più piccole fontane di Roma, quando degli scricchioli appena impercettibili attirarono tutta la sua attenzione.

Poi, fu come un lamento:

La fontanella senti’ il « canto del freddo » venire dalla "tegola dei lupi" che, fischiando, annuncia il vento del nord che fa uscire le orde affamate dal bosco.

Una fine pellicola di polvere iridata scivola adagio dal tetto, la tegola si spezza lentamente, cadendo in una pioggia lenta mescolata di minuscoli cristalli di ghiaccio.

et Gigliola.

Auguri di fine d'anno a tutti!



Réponse : [Italien]Un froid de loup de chilla, postée le 29-12-2017 à 09:44:35 (S | E)
Bonjour,

Le meraviglie della nostra Gigliola!

Ho letto e riletto, capito e analizzato. Ecco cosa ne è venuto fuori.

Le fontane di Roma, durante le ore in cui gli uomini dormono profondamente, tutte assieme decisero - e qua insiste la leggenda – di tacere.
Era l’anno 1619, il 24 dicembre, un secolo dopo la morte di Leonardo da Vinci, e un freddo polare attanagliava la città.
«Così come il ferro arrugginisce se non lo si utilizza, e l’acqua stagnante si putrefà e ghiaccia con il freddo, allo stesso modo l’intelletto pigro si corrode», disse un giorno il celeberrimo inventore.

La più piccola fontana di Roma fece lo stesso ragionamento quando cominciò a percepire dei lievi schricchiolii. Poi sentì come un pianto. La fontana udì il «canto del freddo» fuoriuscire dal «canale dei lupi», annunciare, sibilando, il vento del nord, lo stesso che faceva uscire le orde dal bosco in cerca di cibo.

Un pulviscolo d’argento scese allora dolcemente sul tetto. Il canale, lentamente, si sgretolò e, cadendo come pioggia leggera, si unì alle particelle dei cristalli di ghiaccio.

Dinanzi a quel viso dal sorriso enigmatico, scolpito da Leonardo sotto l’arcata della piccola fontana, si schiuse un inaspettato fascio di luci, che i deboli bagliori di alcuni lumi, ancora accesi, rischiararono... Ultima percezione prima che le forze non l’abbandonassero? Uno sprazzo di coraggio lo rinvigorì: avrebbe lasciato morire d’«inerzia» «il nerbo dello spirito», come lasciavano a intendere le parole di Leonardo?

Nel silenzio irreale che imperava su Roma, un lieve canto si sprigionò dalle sue labbra screpolate.
Avrebbe tanto voluto che il calore di quel soffio rompesse il ghiaccio che a poco a poco la paralizzava.
Tenui fili d’acqua, come nastrini di madreperla, s’intrecciarono ai lunghi capelli che il vento del nord non riusciva a farli fremere. Ma da dove scaturiva quella calda carezza che sembrava farla rinascere?

Attratta dal canto e dal mormorio dell’acqua, ambrata dalla rinvigorente argilla rossa, una lupa, stanca, si dissetò.
Con delicatezza leccò ogni piccola goccia rimasta sul marmo bianco… Appagò la sete. Sentì tornare le forze poi, in silenzio, sparì.


Ciao a tutti


-------------------
Modifié par chilla le 29-12-2017 18:10



Réponse : [Italien]Un froid de loup de nicole18, postée le 29-12-2017 à 18:21:23 (S | E)
Buonasera e auguri a tutti !

Gigliola nous a une fois de plus donné à traduire une prose magnifique, pleine de poésie ... et de difficultés. Merci à toi Gigliola , grande poétesse !
Gigliola ci ha dato di nuovo da tradurre una prosa stupenda , piena di poesia (come al solito) e di difficoltà. Grazie a te Gigliola bravissima poetessa !

Un freddo polare

Le fontane di Roma, tutte insieme, insiste la leggenda, durante le ore in cui gli uomini dormono della grossa, tacquero.
Era il 24 dicembre 1619, 100 anni dopo la morte di Leonardo da Vinci. Un freddo polare intorpidiva la città.

"Si come il ferro s'arruginisce sanza esercizio e l'acqua si putrefa o nel freddo s'addiaccia, così lo'ngegno sanza esercizio si guasta".

Questo lo credeva una delle più piccole fontane di Roma, quando scricchiolii ripetuti quasi inudibili, colpirono tutta la sua attenzione.Di seguito, sembrò un lamento:
La piccola fontana udì il canto del freddo sgorgare "dalla tegola ai lupi" messagero, mentre fischia, del vento del nord che spinge fuori dal bosco le orde fameliche.

Una lieve pellicola di polvere irridata scivola poi lentamente dal tetto, la tegola si sbriciola pian piano mentre cade in una pioggia indolente con minuscoli ghiaccioli.

Dinanzi al viso dal sorriso enigmatico intagliato da Leonardo sotto la volta della fontanella, appare poi un improbabile velo di luci, irradiato dalla fioca fiammella delle lampade ad olio sempre accese.... Ultima visione prima che le forze le vengono a meno?

Un ultimo sussulto di coraggio la pervade : potrebbe abbandonare "senza esercizio" il "suo ingegno"? le sta bisbigliando il ricordo delle parole di Leonardo...

Nel silenzio irreale che regna su Roma, sorge un canto timido dalle sue labbra screpolate.
Vorrebbe dal calore solo del proprio fiato frantumare il ghiaccio che la stringe a poco a poco.
Sottili fili d'acqua stillano sempre lungo le trecce dei suoi capelli, i quali il vento del Nord indebolito non riesce nemmeno a far tremare.

Ma da dove proviene quella calda carezza che sembra animarla?

Incantata dal suo verso e dal sussurrio dell'acqua tinta dall'argilla rossa, le cui virtù rendono più forte, una lupa indebolita si disseta.Lecca con delicateeza le più piccole gocciole rimaste sul marmo bianco... si è levata la sete. Sembra recuperare le sue forze, scompare senza rumore.



Réponse : [Italien]Un froid de loup de alucia, postée le 29-12-2017 à 21:32:38 (S | E)
Buona sera a tutte le traduttrici ,a tutti i tradutttori ed alla gentillissima autrice.Il testo è bellissimo.l'incantesimo delle parole e del ritmo delle frasi

è anche più evidente se leggiamo il testo ad alta voce.(Le charme des mots et du rythme est encore plus évident si on lit le texte à voix haute.Però)ci vuole tempo per tradurrlo. Fra poco invierò il mio compito!



Réponse : [Italien]Un froid de loup de iosha, postée le 04-01-2018 à 12:58:13 (S | E)
Ciao a tutti!

Gigliola, Gigliola nostra! Vedi che sono un po' pigra ma non è cosi' facile

Un freddo da lupo.

Le fontane di Roma, tutte insieme , esiste la leggenda, nelle ore dove gli uomini dormono il loro sonno profondissimo … tacquero …

Era cento anni dopo la morte di Leonardo da Vinci, il 24 dicembre 1619. Un freddo polare

« Così come il ferro arrugginisce se nessuno lo utilizza, l’acqua stagnante perde la sua chiarezza e ghiaccia dal freddo, allo stesso modo l’inerzia rende l’intelletto pigro ».

Cosi’ pensava una delle più piccole fontanelle di Roma, quando scriccioli ripetuti appena udibili attirano la sua attenzione…





Réponse : [Italien]Un froid de loup de alucia, postée le 07-01-2018 à 19:55:47 (S | E)
Ecco come la pensava una delle più piccole fontane di Roma,quando ripetuti scricchiolii, quasi impercettibili,l'incuriosirono.Allora

tutto diventò lamento.La fontanella sentì il richiamo del freddo che annuncia fischiettando il vento del nord,quello che spinge le orde

affamate fuori bosco.
Una sottile squama di polvere iridata scivola dolcemente dal tetto,la tegola si spezza lentamente,cadendo a pioggia indolente amalgamata

a minuscoli cristalli di ghiaccio.
Dinanzi al viso dal sorriso enigmatico scolpito da Leonardo sotto l'arco della fontanella s'apre un inverosimile cortina di luci che

il debole lume delle candele ad olio ancora accese irradiano...Ultima visione prima che le forze l'abbandonassero?

Un ultimo sursulto di energia l'anima:qu'essa permettese la morte per non intervento della forza del proprio spirito? Glielo ricordano le

parole di Leonardo...Nell'irreale silenzio che imperava a Roma un canto s'innalza debole dalle sue labbra screpolate.

Essa vorrebbe col calore del proprio respiro,fare andare in frantumi il ghiaccio che a poco a poco la stringe.

Sottili fili d'acqua stillano ancora lungo le trecci che il vento del nord,impotente non fa nemmeno fremere.Però da donde viene

quella calda carezza che sembra farla ringovernire?

Attirata dal canto e dal mormorìo dell'acqua tinta dall'argile rossa la cui virtù ci danno l'energia,una lupa indebolita si disseta.Lecca

con delicatezza la minima goccia rimasta sul marmo bianco.Si sente rivivere e sparisce senza rumore...

-------------------
Modifié par alucia le 08-01-2018 18:58



-------------------
Modifié par alucia le 08-01-2018 23:08





Réponse : [Italien]Un froid de loup de alkane, postée le 10-01-2018 à 15:40:19 (S | E)
Assaporare il tuo testo, Gigliola è un vero piacere.
Ho la sensazione di ritrovare la piccola ragazza leggendo dei conti.Grazie

Savourer ton texte est un vrai plaisir, Gigliola; Merci !!
J'ai la sensation de retrouver la petite fille lisant des comtes. d


Provo a tradurne un poco.

Un freddo da cane

Le fontane di Roma tutte insieme ; insiste la leggenda, durante le ore in quale gli uomini dormono con il sonno il più profondo ,tacerono.


Era il 24 dicembre 1619, cento anni dopo la morte di Leonardo da Vinci. Un freddo polare intorpidiva la città

"Il ferro si arruggine,in mancanza di servirsi, l'acqua stagnata perde sua limpidezza e si ghiaccia dal freddo. Nello stesso modo, l°inazione scalza il vigore del mente. »
pensava l'una delle più piccole fontane di Roma, quando scricchiolii ripetuti attirarono la sua attenzione . Poi fu come un lamento :
La piccola fontana senti "il canto del freddo" sorgere dalla"tela ai luppi" che annuncia fischiando il tramontana che fa uscire le orde affamate dal bosco.

Non so se potró finire ma sono contenta di averne fatto un poco.




Réponse : [Italien]Un froid de loup de anek, postée le 13-01-2018 à 21:44:33 (S | E)
Buonasera a tutti.

Gigliola, mi rendo conto che è troppo difficile per me, ma per amicizia e ammirazione per te, mi butto…
Grazie per avere regalato un così bel testo.

Un freddo da lupo.

Le fontane di Roma, tutte insieme -insiste la leggenda- durante le ore in cui gli uomini dormono con un profondo sonno, tacquero ...

« Si come il ferro s’arrugginisce senza esercizio, e l’acqua si putrefà o nel freddo s’addiaccio,
cosi’ lo 'ngegno sanza esercizio si guasta ». *

Era il 24 dicembre 1619 , cento anni dopo la morte di Leonardo da Vinci. Un freddo polare gelava la città.

Tale quale pensava una delle più piccole fontane di Roma, quando degli scricchiolii appena percettibili attirarono tutta la sua attenzione.
Poi, fu come un lamento:

La fontanella sentì il « canto del freddo » uscire dalla "tegola da lupi" che, fischiando, annuncia il vento del nord che fa sortire le orde affamate dal bosco.

Una fine traccia di polvere iridata scivolò adagio dal tetto, la tegola si spezzò lentamente, cadendo lentamente in una pioggia mischiata di minuscoli cristalli di ghiaccio.

In fronte alla figura dal sorriso enigmatico scolpito da Leonardo sotto la volta della fontanella, si apre un sipario improbabile di lumi, che la flebile luce delle rare lampadine a olio ancora accese fa irradiare...






Réponse : [Italien]Un froid de loup de gigliola, postée le 15-01-2018 à 22:59:00 (S | E)

A tutti, Buonasera!

Dal cuore, veramente, mi vengono tanti ringraziamenti per la vostra partecipazione.
Il mio testo era difficile da tradurre, non me ne sono accorta, scrivendolo…
Ecco la mia versione. Mi consentite di soggiungere che ci sono delle frasi da voi proposte che mi piacciono di più delle mie, e spesso accade!
Anche per questo, grazie!
Da leggere fu un vero godimento!
Il testo non si ferma lì, un seguito c’è.
A tutti,

Du fond du coeur, vraiment, je vous remercie chaleureusement pour votre participation.
Mon texte était difficile à traduire, je ne m’en suis pas aperçue en l’écrivant…
Voici ma version .
Permettez-moi d’ajouter que vous m’avez offert des phrases que je préfère aux miennes, et cela arrive souvent… pour ceci aussi, merci!
J’ai pris un réel plaisir à vous lire.
Le texte ne s’arrête pas là, il y a une suite.



Un freddo da strega.

Le fontane di Roma -tutte insieme- insiste la leggenda, nella fase più profonda del sonno degli uomini … tacquero…

Era il 24 décembre 1619, cent anni dopo la morte di Leonardo da Vinci.

Un freddo polare intorpidiva la città.


« Si come il ferro s’arrugginisce senza esercizio, e l’acqua si putrefà o nel freddo s’addiaccio, cosi’ lo ‘ngegno sanza esercizio si guasta ».

Così sognava una delle più piccole fontane di Roma, quando scricchiolii ripetuti quasi impercettibili colpirono la sua attenzione, turbandola.

Poi, fu un pianto solo:

La fontanella riconobbe « il canto del freddo » fuoriuscire dalla « tegola dei lupi » che annuncia, sibilando, l’arrivo della tramontana che spinge le orde affamate fuori bosco.

Intanto un pulviscolo iridescente sdrucciolò stancamente dal tetto:

Pian piano la tegola si sgretola, scivolando, pioggerella indolente intricata da minuscoli specchi di ghiaccio sfavillanti.

Proprio allora, sotto lo sguardo dal sorriso enigmatico appena accennato miniato da Leonardo sotto l’arco della fontanella, si scopre, vaporoso, un’improbabile velo trasparente, irradiato

dalla flebile luce delle scarse lucerne lasciate finora accese… ultima visione prima che le forze non la tradissero?

Un ultimo slancio d'animo la sprona: Avrebbe lasciato morire, « per inazione » il « vigore della mente », le sussurra il ricordo della buon'anima* di Leonardo…

Nel silenzio irreale sospeso su Roma, un debole canto sboccia dalle sue labbra screpolate.

Sente il desiderio violento di far volare in frantumi, col calore del proprio soffio, il ghiaccio che inesorabilmente la stringe.

Tenui fili d’acqua imperlano ancora il flusso dei suoi capelli intrecciati che il vento del nord, impotente, non fa nemmeno fremere.


Ma dove viene questa calda carezza che sembra farla rinascere?

Attratta dal canto della fontanina rinascente e dal gorgoglio dell’acqua colorata dall’argilla fulva dalle virtù rinvigorenti, una lupa indebolita si disseta.

Lecca con delicatezza le ultime goccioline rimaste sul marmo bianco... è estinta, la sua sete.

Si sente rinvenire le forze. Senza rumore, sparisce…


« Si come il ferro s’arrugginisce senza esercizio, e l’acqua si putrefà o nel freddo s’addiaccio, cosi’ lo ‘ngegno sanza esercizio si guasta ». Leonardo da Vinci, (1452-1519).

Freddo da strega:

Tegola dei lupi:

Miniare:

Quelques petits commentaires encore à partager avec vous sur ces expressions.

(Fin de la 1ère partie).

A tutti :




Réponse : [Italien]Un froid de loup de anisette, postée le 16-01-2018 à 13:41:06 (S | E)
Buongiorno a tutti.

Non so perché il tuo modo di scrivere mi tocca . Una musica che resta nella memoria e che rileggo spesso . Penso che è importante dirtelo. Non so come ringrazirti.a
Je ne sais pas pourquoi ta façon d'écrire me touche . Ue musique qui reste dans la mémoire et que je relis souvent. Je pense que c'est important de te le dire. Je ne sais pas comment te remercier.





Réponse : [Italien]Un froid de loup de anek, postée le 16-01-2018 à 20:53:09 (S | E)
Buongiorno a tutti.

Aspettavo il tuo testo in italiano Gigliola. Lasciami esprimere la mia ammirazione e dirti grazie di cuore. Imparare in poesia, con tante espressioni da scoprire.Grazie.
J'attendais ton texte en italien Gigliola. Laisse-moi t'exprimer mon admiration e te dire merci du fond du coeur. Apprendre en poésie, et découvrir tant de nouvelles expressions. Merci. Grazie per le correzioni...




Réponse : [Italien]Un froid de loup de fiofio1, postée le 19-01-2018 à 00:22:10 (S | E)
Ciao gigliola! Ciao a tutti!

Volevo partecipare ma mi accorgo che ho alcuni giorni di ritardo giacché gigliola ha già dato la sua traduzione.
Non fa niente: aspetterò il seguito di questa storia perché sono sicuro che sarà bello come l'inizio.
A presto!
Je voulais participer mais je m'aperçois que j'ai quelques jours de retard puisque gigliola a déjà donné sa traduction.
Mais cela ne fait rien : j'attendrai la suite de cette histoire car je suis sûr qu'elle sera aussi belle que le début.
A bientôt!



Réponse : [Italien]Un froid de loup de rita12, postée le 19-01-2018 à 09:54:26 (S | E)
Bonjour à tous,
Coucou Gigliola

Très émouvant pour moi de retrouver l'expression " la buon' anima " employée par la buon'anima de ma mère quand elle évoquait sa "bon anm de mamm" parlant de sa mère avec la larme à l’œil: tout un passé.
" il freddo di strega " tout comme "tegole di lupi" je ne connais pas et je n'ai rien trouvé, je crois comprendre que tu vas nous en parler.
Dans l'attente de la suite... pour continuer le voyage dans la fiction...







Réponse : [Italien]Un froid de loup de gigliola, postée le 19-01-2018 à 14:16:01 (S | E)
A tutti, buongiorno!

Non posso fare a meno di ringraziarvi tutti! Ecco, Rita, le spiegazioni che aspettavi!

Tuile à loup, tuile aux loups.

En Franche-Comté, les toits des maisons étaient pourvues de ce que l’on appelait une « Tuile à loup », tuile plus incurvée et moins épaisse que les autres qui, par temps froid, émettait des craquements durant l’hiver : Présage que les loups ne vont pas tarder à sortir du bois! Peut-être chantait-elle: "Rentre tes troupeaux, bergère!"

Freddo da strega : Je crois l'avoir entendu en Bretagne il y a bien longtemps... Forse è soltanto un sogno!

‘Friddu ddi lupi’ .( Sicile).
Sud de l'Italie, Notte da lupo, freddo da lupo.

Pour vous faire sourire :
’Freddo da strega: ‘Cold as a witch’s tit’ : L’air est aussi froid que le téton d’une sorcière. D'où le titre! Peut-être!








Réponse : [Italien]Un froid de loup de viv3555, postée le 20-01-2018 à 17:33:26 (S | E)

Un freddo cane

Le fontane di roma, secondo la leggenda, tacquero tutte insieme alle ore nelle quali gli uomini dormono dal loro sonno più profondo. era il 24 dicembre 1619, cent'anni dopo la morte di Leonardo da Vinci. Un freddo polare ingordiva la città.

"il ferro arruginisce se non viene usato, l'acqua ristagnante perde la propria purezza e diventa ghiaccio a causa del freddo. Nello stesso modo, il far niente mina il vigore della mente." Cosi' pensava una delle più piccole fontane di Roma, degli scricchioli ripetuti, quasi impercettibili, richiamarono tutta la sua attenzione. Poi, ci fu come un lamento: la piccola fontana senti' la "canzone del freddo" uscire poco a poco dalla "tegola dei lupi" che annuncia, fischiando, il vento del nord che fa uscire le orde affamate dai boschi.

Una sottile pellicola di polvere iridato scivola pian piano dal tetto, la tegola si sgretola lentamente e cade come una pioggia languida mescolata con minuscoli cristalli di ghiaccio.

Davanti al viso dal misterioso sorriso scolpito da Leonardo sotto la volta della piccola fontana, si appre una improbabile cortina di luce, irradiata dalla debole luce delle poche lampadine a olio ancora accese... sarà l'ultima visione prima che le sue forze non l'abandonnino?

Un ultimo sussulto di coraggio l'anima: lascierebbe che morisse, per pura inerzia, il vigore della sua mente? le soffia la memoria delle parole di Leonardo.
Nel silenzio irreale che avvolta Roma, una canzone esce debolmente dalle sue labbra screpolate.

Vorebbe, tramite il calore del suo soffio, far esplodere il ghiaccio che la stringe poco a poco.
Piccoli ruscelli di acqua perlano ancora sulle trecce dei suoi cappelli che il vento del nord non riesce nemmeno a far stormire.

Ma da dove viene questa calda carezza che sembra farla rinascere?
Attrata dalla sua canzone e dal sussurro dellacqua tinteggiata dall'argilla rossa che dà vigore, una lupa indebolita beve. Lecca con delicatezza le minime goccioline rimaste sul marmo bianco. Non ha più sete. Sente che le sue forze tornano, sparisce senza far rumore.





[POSTER UNE NOUVELLE REPONSE] [Suivre ce sujet]


Cours gratuits > Forum > Forum Italien

Partager : Facebook / Google+ / Twitter / ... 

> INDISPENSABLES : TESTEZ VOTRE NIVEAU | GUIDE DE TRAVAIL | NOS MEILLEURES FICHES | Les fiches les plus populaires | Aide/Contact

> COURS ET TESTS : Abréviations | Accords | Adjectifs | Adverbes | Alphabet | Animaux | Argent | Argot | Articles | Audio | Auxiliaires | Chanson | Communication | Comparatifs/Superlatifs | Composés | Conditionnel | Confusions | Conjonctions | Connecteurs | Contes | Contraires | Corps | Couleurs | Courrier | Cours | Dates | Dialogues | Dictées | Décrire | Démonstratifs | Ecole | Etre | Exclamations | Famille | Faux amis | Films | Formation | Futur | Fêtes | Genre | Goûts | Grammaire | Grands débutants | Guide | Géographie | Heure | Homonymes | Impersonnel | Infinitif | Internet | Inversion | Jeux | Journaux | Lettre manquante | Littérature | Magasin | Maison | Majuscules | Maladies | Mots | Mouvement | Musique | Mélanges | Méthodologie | Métiers | Météo | Nature | Nombres | Noms | Nourriture | Négations | Opinion | Ordres | Participes | Particules | Passif | Passé | Pays | Pluriel | Politesse | Ponctuation | Possession | Poèmes | Pronominaux | Pronoms | Prononciation | Proverbes | Prépositions | Présent | Présenter | Quantité | Question | Relatives | Sports | Style direct | Subjonctif | Subordonnées | Synonymes | Temps | Tests de niveau | Tous les tests | Traductions | Travail | Téléphone | Vidéo | Vie quotidienne | Villes | Voitures | Voyages | Vêtements

> INFORMATIONS : Copyright - En savoir plus, Aide, Contactez-nous [Conditions d'utilisation] [Conseils de sécurité] Reproductions et traductions interdites sur tout support (voir conditions) | Contenu des sites déposé chaque semaine chez un huissier de justice. NE PAS COPIER | Mentions légales / Vie privée / Cookies.
| Cours et exercices d'italien 100% gratuits, hors abonnement internet auprès d'un fournisseur d'accès.