Créer un test
Connectez-vous !

Cliquez ici pour vous connecter
Nouveau compte
4 millions de comptes créés

100% gratuit !
[Avantages]


- Accueil
- Accès rapides
- Imprimer
- Livre d'or
- Recommander
- Signaler un bug
- Faire un lien


Recommandés :

- Jeux gratuits
- Nos autres sites



Publicités :





[Italien]Notion bac LV3

Cours gratuits > Forum > Forum Italien || En bas

[POSTER UNE NOUVELLE REPONSE] [Suivre ce sujet]


[Italien]Notion bac LV3
Message de lo53 posté le 12-05-2017 à 18:44:53 (S | E | F)
Bonsoir,
Je suis en terminal ES et depuis maintenant 2 ans je prend des cours d'italien (option LV3) au CNED car cette option n'est pas proposée dans mon lycée. Je passe mon oral du bac dans 10 jours et j'ai encore 3 notions non corrigées.
Mon professeur référant ne me répond plus depuis 1 mois et ma correspondante italienne vie une période difficile et ne peut donc pas me corriger.
J'essaie de ne pas m'affoler étant donné que ce n'est qu'une otpion et que je trouve mes notions assez complètes, mais avoir un autre avis m'aiderait beaucoup!
Je poste donc ma notion 'aree e scambi' dans l'espoir qu'elle soit corrigée.

 


AREE E SCAMBI 
Oggi parlerò della nozione “aree e scambi”. Innanzitutto, definirò ciò che significano per me i termini “area” e “scambio”. Una area è un spazio geografico interessato dallo svolgimento o dalla presenza di un
fenomeno fisico, culturale, linguistico, economico, biologico, ecc. Uno scambio è il fatto di dare e ricevere in ritorno. Può essere commerciale, materiale o immateriale, culturale, o anche scambi di communicazione, che sono i più importanti. Gli scambi sono legati alle aree perché uno scambio si fa necessariamente in una area e secondo la natura dello scambio, l’area è differente.

 




 


Con la
aiuto dei documenti, cercherò
di rispondere alla domanda : “l’immigrazione : un male o un bene?” In
una prima parte, gli aspetti negativi dell’immigrazione e in una
seconda parte, gli aspetti positivi.

 




 




 




 


L’immigrazione
è un male perché
la gente sfugge il suo paese a causa d’eventi dramatici come la
guerra, la fame, la sete, la povertà… Per esempio, i Nordcoreani
rischianno loro vita per sfuggire in Cina dove pensanno che la vita è
più bella. Vogliono sfuggire questo paese dove non hanno diritti, dove non
hanno libertà,
dove la gente può essere imprigionata per sospetti e dove la famiglia di un detenuto è
imprigionata con lui. La povertà è
anche un fattore d’immigrazione e un aspetto negativo dell’immigrazione perché la
gente lascia il suo paese nella speranza di avere una vita megliore. Per esempio i Messicani sfuggiono il loro paese per gli Stati Uniti perché non vogliono più
vivere nella povertà, non vogliono più lavorare per essere povero e pensanno che negli Stati Uniti la gente lavora meno che loro e guadagna più. Un altro evento dramatico fattore dell’immigrazione è la guerra. Infatti, l’Italia è un paese di
accoglienza di migranti e da 2014 il maggior numero di rifugiati
provenienti in particolare dalla Siria e dalla Libia, a causa delle
guerre civile. Ho
studiato un documento che raconta la storia di Bilal, ha 14 anni e è
un migrante di Kurdistan e
raconta come è andato il suo
viaggio fino a Italia. Dice
che emigrare non è propio un scelta perché la gente rischia la sua vita e questa dei suoi bambini in stare nel loro paese dove c’è la guerra. Bilal raconta che durante il viaggio c’era
gente che vomita, bambini che piangono, c’era la fame e la sete,
che i scafisti urlano e manacciano… ha rischiato la sua vita durante questo viaggio
e fu separato della
sua famiglia durante settimane e non sapeva se eranno vivente o no. La famiglia di Bilal ha dovuto vendere la sua casa per pagare il viaggio e oggi Bilal non so quale futuro li aspetta e solo sente solitudine e dolore.

 




 


L’immigrazione
è un problemo perché causa la morta di molte personne perché fanno viaggi richiosi per lasciare il suo paese. Molte migranti
siriani moiono nell barche in cui attraversano le mare per ritornare nel
paese
che vogliono. Per
esempio, ho studiato un documento sulla storia di un grupo
d’immigrati messicani che vogliono attraversare la frontera
degli Stati Uniti
grazie a scafisti.
Hanno pagato
i scafisti
americani e sono saliti nel loro camion dopo avere attraversare il Rio Grande ed essere nell deserto tra gli Stati Uniti e il
Messico.
Ma i scafisti hanno simulato un’avaria sul camion e
tutti i migranti hanno devuto scendere,
ma quando il camion si
è messo in moto,
i scafiti fuggiono
sin i migranti. Quindi i messicani eranno soli nell deserto i tutti
sono morti a causa della
mancanza di
acqua e del calore. Quest’esempio
dimonstra anche che i scafisti non vogliono propio aiutare
gli immigrati e che vogliono unicamente trarre profitto della
situazione, a
volte, a
scapito della vita di quest’immigrati perché, come raconta Bilal, i scafisti possono obbligarli a butarsi in acqua, anche quando sanno
che non sanno
nuotare.

 




 


L’immigrazione
può anche essere un problema per il paese di accoglienza perché può provocare disocupazzione.
Infatti, gli immigrati aumentano il numero di abitanti in una regione ma non aumentano sistematicamente il numeor di impieghi,
quindi, crea disocupazzione. Il
Brain Drain è la emigrazione della gente qualificata di un paese
perché cerchano di migliorare le sue condizioni di lavoro o un migliore salario. A
causa di questo fenomeno, i paesi non sviluppati perdono le sue
élites e speranze perché lasciano il loro paese per studiare e non tornano, quindi, è più difficile per il paese di sviluparsi. L’immigrazione
può anche sembrare a un problema perché cambia la cultura di un paese. Per esempio, i rifugiati non vogliono adottare la cultura del paese nell che immigrano perché, come raconta Bilal,
lasciare la sua casa non è una sceglia e vogliono unicamente vivere, e, a
lungo termine, cambia la cultura di un paese. Ho letto
un articolo che dice che in 2050, gli Stati Uniti sarà il paese dove ci
sarà il numero il più considerevole di ispanofoni,
davanti la Spagna e il Messico.

 




 




 




 




 




 


L’immigrazione
può essere un bene perché permette di convidere le culture di ognuno perché non c’è solo l’immigrazione di personne ma c’è anche flussi di capitali,
di servizi e merce come l’alimentazione. Ho studiato un documento sul “made in
Italy” alimentare e dice che l’alimentazione italiana è
conosciuta in tutto il mondo grazie alla pasta, la pizza, la
mozzarella, il caffè, il cioccolato,
etc (et
cetera). L’immigrazione
alimentare permette di convidere la sua cultura grazie a specialità
nazionale. Le specialità nazionale possono essere marchi famosi come per le machine, le scarpe, i vestiti… Puo
anche essere un sport, come il calcio in Italia, o le celebrità. L'Italia
ha il “soft power” perché è conosciuta grazie alla sua cultura
e certi prodotti fanno parte della cultura di certi paesi. Per
esempio, gli Stati Uniti sono il primo paese consumatore di pizza e dopo c'è la Francia e dopo
l'Italia. C’è anche
l’immigrazione di turisti che permette di convidere la cultura
perché sono persone che vogliono scorprire nuovi paesaggi, nuove
maniere
di lavorare, di mangiare, di pensare, etc. L'immigrazione
è anche un bene al livello personale perché permette di scorprire
nuove culture, di maturare e di trovare il luogo dove te senti il
meglio e dove la cultura te corrisponde il più, significa che puoi
scegliere dove vuoi vivere e che non sei obbligato di vivere
dove sei nato.

 




 


L'immigrazione
può anche
permettere a un paese di sviluparsi perché, per esempio, i paesi di
America sono nati grazie all'immigrazione e hanno evolto grazie a lei. Il
Brain Drain è anche un bene per i paesi di accoglienza perché più
un paese ha lavoratori qualificati, più può sviluparsi
rapidamente. Ho
studiato un documento sulle “imprese multicolori”, è un
documento che trata degli italiani che lavorano nelle imprese
straniere in Italia, dirigete per stranieri. Le
personne interrogate dicono che è molto arricchente di lavorare con stranieri perché permette
scorprire nuove maniere di lavorare, anche permette di trovare un
lovoro più facilmente e gli impreditori stranieri sono buoni come gli imprenditori italiani. L'immigrazione
permette anche promuovere certi luoghi. Ho
studiato un documento che si chiama “la città ideale esiste”,
trata dell' esperienza degli italiani all'estero per migliorare il
turismo in Italia. Tutti hanno un ricordo positivo delle sue vacanze
e ciò dicono, quindi, tutti possono trovare un luogo dove si sente bene.
Infatti,
tutti può trovare
il paese o il luogo dove si sente il meglio, quindi, tutti può essere felice da qualche parte, e può promuovere
questo luogo.

 




 



 




 


Per
concludere, l'immigrazione ha aspetti negativi perché la gente
sfugge scandante condizioni di vita e possono morire durante il loro viaggio, ma può anche
creare problemi nel paese di acoglienza. Ma l'immigrazione ha
anche aspetti positivi perché permette convidere culture e luoghi e
anche permette a certi paesi di sviluparsi.

 




 






Réponse : [Italien]Notion bac LV3 de lo53, postée le 17-05-2017 à 13:25:13 (S | E)

 


AREE E SCAMBI 


Oggi
parlerò della nozione “aree e scambi”. Innanzitutto,
definirò ciò che significano per me i termini “area”
e “scambio”. Una area è un spazio
geografico interessato dallo svolgimento o dalla presenza di un
fenomeno fisico, culturale, linguistico, economico, biologico, ecc. Uno scambio è il fatto di dare e ricevere
in ritorno. Può essere commerciale, materiale o immateriale, culturale, o anche
scambi di communicazione, che sono i più importanti. Gli scambi sono
legati alle aree perché uno scambio si fa necessariamente in una
area e secondo la natura dello scambio,
l’area è
differente.


Con
l’aiuto dei documenti, cercherò
di
rispondere alla domanda : “l’immigrazione : un male o un bene?” In
una prima parte, gli aspetti negativi dell’immigrazione e in una
seconda parte, gli aspetti positivi.


 


L’immigrazione
è un male perché
la gente sfugge il suo paese a causa d’eventi dramatici come la
guerra, la fame, la sete, la povertà… Per esempio, i Nordcoreani
rischiano loro vita per sfuggire in Cina dove pensano che la vita è
più bella. Vogliono sfuggire questo paese dove non hanno diritti, dove non
hanno libertà,
dove la gente pu
ò essere imprigionata per sospetti e dove la famiglia di un detenuto è
imprigionata con lui.
La povertà è
anche un fattore d’immigrazione e un aspetto negativo dell’immigrazione perché la
gente lascia il suo paese nella speranza di avere una vita megliore. Per esempio i Messicani sfuggiono il loro paese per gli Stati Uniti perché non vogliono più
vivere nella povertà, non vogliono più lavorare per essere povero e pensanno che negli Stati Uniti la gente lavora meno che loro e guadagna più. Un altro evento dramatico fattore dell’immigrazione è la guerra. Infatti, l’Italia è un paese di
accoglienza di migranti e da 2014 il maggior numero di rifugiati
provenienti in particolare dalla Siria e dalla Libia, a causa delle
guerre civile. Ho
studiato un documento che rac
conta
la storia di Bilal, ha 14 anni e è un migrant
e di Kurdistan e
r
acconta
come
è andato il suo
viaggio fino a Italia.
Dice
che
emigrare non è propio una scelta perché la gente rischia la sua vita e questa dei suoi bambini in stare nel loro paese dove c’è la guerra. Bilal racconta
che durante il viaggio c’era gente che vomita, bambini che
piangono, c’era la fame e la sete, che
gli
scafisti urlano e manacciano… ha
rischiato la sua vita durante questo viaggio
e fu separ
ato della
sua famiglia durante
settimane e non sapeva se eranno vivente o no. La famiglia di Bilal ha dovuto vendere la sua casa per pagare il viaggio e oggi Bilal non so quale futuro li aspetta e solo sente solitudine e dolore.


L’immigrazione
è un problemo perché
causa la morta di molte personne perché fanno viaggi richiosi per lasciare il suo paese. Molte migranti
siriani moiono nell barche in
cui attraversano le mare per ritornare nel
pa
ese
che vogliono.
Per
esempio, ho studiato un documento sulla storia di un grupo
d’immigr
ati messicani che vogliono attraversare la frontera
degli Stati Uni
ti
grazie a sca
fisti.
Hanno
pagato gli
s
cafisti
americani e sono
saliti nel loro camion dopo avere attraversare il Rio Grande ed essere nell deserto tra gli Stati Uniti e il
Messico
.
Ma
gli
scafisti hanno
simulato un’avaria sul camion e
tutti i
migranti hanno devuto scendere,
ma quando il
camion si
è messo in moto
, gli
scafiti fug
giono
sin i migr
anti. Quindi i messicani erano soli nell deserto i tutti
sono
morti a causa della
mancanza
di
acqua e del
calore. Quest’esempio
dimonstra anche che
gli
scafisti non vogliono propio a
iutare
gli immigrati e che vogliono unicamente trarre profitto della
situazione,
a
volte,
a
scapito della vita di quest’immigrati perché, come rac
conta
Bilal,
gli
scafisti
possono obbligarli a butarsi in acqua, anche quando sanno
che non sa
nno
n
uotare.


L’immigrazione
pu
ò anche essere un problema per il paese di accoglienza perché può provocare disocupazzione.
Infatti, gli immigrati aumentano il numero di abitant
i in una regione ma non aumentano sistematicamente il numeor di impieghi,
quindi, crea disocupazzione.
Il
Brain Drain è la emigrazione della gente qualificata di un paese
perché cerchano di migliorare l
e sue condizioni di lavoro o un migliore salario. A
causa di questo fenomeno, i paesi non sviluppati perdono le sue
élites e speranze perché
lasciano il loro paese per studiare e non tornano, quindi, è più difficile per il paese di sviluparsi. L’immigrazione
pu
ò anche sembrare a un problema perché cambia la cultura di un paese. Per esempio, i rifugiati non vogliono adottare la cultura del paese nell che immigrano perché, come racconta
Bilal, lasciare la sua casa non è una sceglia e vogliono
unicamente vivere, e, a
lungo termine
, cambia la cultura di un paese. Ho letto
un articolo che dice che in 2050, gli Stati Uniti sar
à il paese dove ci
s
a il numero il più considerevole di ispanofoni,
davanti la Spagna e il Messico
.


 


 


L’immigrazione
pu
ò essere un bene perché permette di convidere le culture di ognuno perché non c’è solo l’immigrazione di personne ma c’è anche flussi di capitali,
di
servizi e merce come l’alimentazione. Ho studiato un documento sul “made in
Italy” alimentare e dice che l’alimentazione italiana è
conosciuta in tutto il mondo grazie alla pasta, la pizza, la
mozzarella, il caffè, il cioccolat
o,
et
c (et
cetera)
. L’immigrazione
alimentare permette di convidere la sua cultura grazie a specialità
nazionale. Le specialità nazionale
possono essere marchi famosi come per le machine, le scarpe, i vestiti… Puo
anche essere un sport, come il
calcio in Italia, o le celebrità. L'Italia
ha il “soft power” perché è conosciuta grazie alla sua cultura
e certi prodotti fanno parte della cultura di certi paesi. Per
esempio, gli Stati Uniti
sono il primo paese consumatore di pizza e dopo c'è la Francia e dopo
l'Ital
ia. C’è anche
l’immigrazione di turisti che permette di convidere la cultura
perché sono persone che vogliono scorprire nuovi paesaggi, nuove
man
iere
di lavorare, di mangiare, di pensare, etc.
L'immigrazione
è anche un bene al livello personale perché permette di scorprire
nuove culture, di maturare e di trovare il luogo dove te senti il
meglio e dove la cultura te corrisponde il più, significa che puoi
scegliere dove vuoi vivere e che non sei obbligato di vivere
dove sei nato.


L'immigrazione
può anche
permettere a un paese di sviluparsi perché, per esempio, i paesi di
America sono nati grazie all'immigrazione e hanno
evolto grazie a lei. Il
Brain Drain è anche un bene per i paesi di accoglienza perché più
un paese ha lavoratori qualificati, più pu
ò sviluparsi
rapidamente.
Ho
studiato un documento sulle “imprese multicolori”, è un
documento che trata degli italiani che lavorano nelle imprese
straniere in Italia, dirigete per stranieri.
Le
personne interrogate dicono che è molto
arricchente di lavorare con stranieri perché permette
scorprire nuove maniere di lavorare, anche permette di trovare un
lovoro più facilmente e gli impreditori stranieri sono
buoni come gli imprenditori italiani. L'immigrazione
permette anche promuovere certi luoghi.
Ho
studiato un documento che si chiama “la città ideale esiste”,
trata dell' esperienza degli italiani all'estero per migliorare il
turismo in Italia. Tutti hanno un ricordo positivo delle sue vacanze
e ci
ò dicono, quindi, tutti possono trovare un luogo dove si sente bene.
I
nfatti,
tutti pu
ò trovare
il paese o il luogo dove si sente il meglio, quindi, tutti pu
ò essere felice da qualche parte, e può promuovere
questo luogo
.



Per
concludere, l'immigrazione ha aspetti negativi perché la gente
sfugge scandante condizioni di vita e possono morire durante il loro viaggio, ma può anche
crear
e problemi nel paese di acoglienza. Ma l'immigrazione ha
anche aspetti positivi perché permette convidere culture e luoghi e
anche permette a certi paesi di sviluparsi.





Réponse : [Italien]Notion bac LV3 de lo53, postée le 17-05-2017 à 14:09:56 (S | E)
AREE E SCAMBI 
Oggi parlerò della nozione “aree e scambi”. Innanzitutto, definirò ciò che significano per me i termini “area” e “scambio”. Un’area è uno spazio geografico interessato dallo svolgimento o dalla presenza di un fenomeno fisico, culturale, linguistico, economico, biologico, ecc. Uno scambio è il fatto di dare e ricevere in ritorno. Può essere commerciale, materiale o immateriale, culturale, o anche scambi di communicazione, che sono i più importanti. Gli scambi sono legati alle aree perché uno scambio si fa necessariamente in un’area e secondo la natura dello scambio, l’area è differente.
Con l’aiuto dei documenti, cercherò di rispondere alla domanda : “l’immigrazione : un male o un bene?” In una prima parte, gli aspetti negativi dell’immigrazione e in una seconda parte, gli aspetti positivi.



Réponse : [Italien]Notion bac LV3 de lola56, postée le 17-05-2017 à 14:33:06 (S | E)
Bonjour,

La notion la plus appropriée selon moi, serait " spazi e scambi" au lieu de " area e scambi". J'ai également passé mon oral d'italien l'année dernière en LV3 italien en option et j'avais également l'immigration mais dans la notion " spazi e scambi". Mais bon, ce n'est qu'un détail.

Pour l'introduction, je ne vois pas principalement d'erreurs d'orthographes sauf lorsque tu dis "Può essere commerciale, materiale o immateriale, culturale, o anche scambi di communicazione, che sono i più importanti" , il manque l'article défini "gli" devant scambi. Lorsque tu annonce la plan, utilise plutôt cette formulation; In una prima parte, parlerò degli aspetti negativi del'immigrazione e poi, in una seconda parte, cercheremo di interessarci agli aspetti positivi del'immigrazione.

Lorsque tu développe, il est important d'utiliser des mots de liaisons tel que prima di tutto, poi, infatti, in oltre... cela permettra à ton interlocuteur de savoir quel seras ta première et ta seconde partie.

Dans la première grande partie les erreurs sont les suivantes:
-L’immigrazione è un male perché la gente sfugge il suo paese= prima di tutto, l'immigrazione può essere negativo perché alcune popolazione lasciano i loro paesi per motivi diversi come ...
- i Nordcoreani rischianno la loro vita
- dove la gente può essere imprigionata per sospetti = Di più, i Nordcoreani, sono messi in carcere quando sono sospettati per diversi motivi (crimine, accidente,ecc)
-perché la gente lascia il suo paese nella speranza di avere una vita megliore= la gente lascia il loro paese nella speranza di avere una vita migliore
- il loro paese per gli Stati Uniti = per andare negli Stati Uniti
- non vogliono più lavorare per essere povero = non vogliono piu lavorare di uscire della povertà
- e guadagna più = à guadagnano di più
- di rifugiati provenienti in particolare dalla Siria e dalla Libia= di rifugiati che vengono in particolarita della Siria e della Libia
-il suo viaggio fino a Italia= fino in italia
- un scelta= una
- la gente rischia la sua vita = la loro vita
- questa dei suoi bambini in stare nel loro paese dove c’è la guerra = aucun sens à la phrase
- Bilal raconta che durante il suo viaggio le persone non si sentivano bene, i bambini piangevano ,tutti avevano sette e fame , (che i scafisti urlano e manacciano… = je ne comprends pas ce que tu veux dire)
- Bilal non so= non sa
- e solo = e da solo
- l'immigrazione è un problema
-viaggi pericolosi quando lasciano il loro paese
-Molti migranti
-nelle barche quando attraversano il mare
-gruppo
-la frontiera
-con l'aiuto dei scafisti
-per essere nel desserto
- hanno dovuto
- quando il camion si è messo in movimento
- i scafiti fuggiono sin i migranti= auncun sens
- e tutti
-questo essempio mostra
-anche quando non sanno nuotare
- l'emigrazione
- paragraphe Brain Drain, di un paese che sono alla ricerca di migliori condizioni di lavoro o un migliore stipendio
- la cultura del paese nell che immigrano = in cui immigrano
- una sceglia= una scelta
-gli Stati uniti sarà= saranno


Voilà la correction de la première grande partie
La correction de la suite je le posterais un autre jour

Cordialement,
Lola



Réponse : [Italien]Notion bac LV3 de lola56, postée le 17-05-2017 à 14:35:55 (S | E)
Ps: non vogliono più lavorare per essere povero = non vogliono piu lavorare in modo di uscire della povertà



Réponse : [Italien]Notion bac LV3 de lola56, postée le 17-05-2017 à 14:37:02 (S | E)
erreur de frappe encore dsl: e guadagna più = à guadagnano di più c'est e pas a



Réponse : [Italien]Notion bac LV3 de lo53, postée le 17-05-2017 à 15:08:36 (S | E)
Bonjour Lola,
merci beaucoup pour tes précieux conseils.
Pour le terme "area" je l'ai choisi à la place de "spazio" car c'est comme ça que la notion était présentée dans mon manuel.

Quand je dis "Dice che emigrare non è propio una scelta perché la gente rischia la loro vita e questa dei suoi bambini in stare nel loro paese dove c’è la guerra." je veux dire que les habitants d'un pays en guerre mettent leur vie et celle de leurs enfants en danger lorsqu'ils restent dans leur pays.

Et pour "gli scafisti urlano e manacciano" c'est comme cela que le phrase était exprimées dans le texte, donc je ne vois pas comme je pourrais la retranscrire.

Pour la phrase "gli scafiti fuggiono sin i migranti" j'ai remplacé sans faire exprès le "senza" par un "sín" très espagnol.

Je reposte la première partie avec les corrections et la deuxième sous un meilleur format.

AREE E SCAMBI 
Oggi parlerò della nozione “aree e scambi”. Innanzitutto, definirò ciò che significano per me i termini “area” e “scambio”. Un’area è uno spazio geografico interessato dallo svolgimento o dalla presenza di un fenomeno fisico, culturale, linguistico, economico, biologico, ecc. Uno scambio è il fatto di dare e ricevere in ritorno. Può essere commerciale, materiale o immateriale, culturale, o anche scambi di communicazione, che sono i più importanti. Gli scambi sono legati alle aree perché uno scambio si fa necessariamente in un’area e secondo la natura dello scambio, l’area è differente.
Con l’aiuto dei documenti, cercherò di rispondere alla domanda : “l’immigrazione : un male o un bene?” In una prima parte, gli aspetti negativi dell’immigrazione e in una seconda parte, gli aspetti positivi.

Prima di tutto, l'immigrazione può essere negativo perché alcune popolazione lasciano i loro paesi per motivi diversi come la guerra, la fame, la sete, la povertà… Per esempio, i Nordcoreani rischiano la loro vita per sfuggire in Cina dove pensano che la vita è più bella. Vogliono sfuggire questo paese dove non hanno diritti, dove non hanno libertà. Di più, i Nordcoreani, sono messi in carcere quando sono sospettati per diversi motivi (crimine, accidente,ecc) e dove la famiglia di un detenuto è imprigionata con lui. La povertà è anche un fattore d’immigrazione e un aspetto negativo dell’immigrazione perché la gente lascia il suo paese nella speranza di avere una vita migliore. Per esempio i Messicani sfuggiono il loro paese per andare negli Stati Uniti perché non vogliono più vivere nella povertà, non vogliono più lavorare di uscire della povertà e pensano che negli Stati Uniti la gente lavora meno che loro e guadagnano di più . Un altro evento dramatico fattore dell’immigrazione è la guerra. Infatti, l’Italia è un paese di accoglienza di migranti e da 2014 il maggior numero di rifugiati provenienti in particolare dalla Siria e dalla Libia, a causa delle guerre civile. Ho studiato un documento che racconta la storia di Bilal, ha 14 anni e è un migrante di Kurdistan e racconta come è andato il suo viaggio fino in Italia. Dice che emigrare non è propio una scelta perché la gente rischia la loro vita e questa dei suoi bambini in stare nel loro paese dove c’è la guerra. Bilal racconta che durante il suo viaggio le persone non si sentivano bene, i bambini piangevano ,tutti avevano sette e fame, gli scafisti urlano e manacciano… ha rischiato la sua vita durante questo viaggio e fu separato della sua famiglia durante settimane e non sapeva se eranno vivente o no. La famiglia di Bilal ha dovuto vendere la sua casa per pagare il viaggio e oggi Bilal non sa quale futuro li aspetta e da solo sente solitudine e dolore.
L’immigrazione è un problema perché causa la morta di molte personne perché fanno viaggi pericolosi quando lasciano il loro paese . Molti migranti siriani moiono nell barche quando attraversano il mare per ritornare nel paese che vogliono. Per esempio, ho studiato un documento sulla storia di un gruppo d’immigrati messicani che vogliono attraversare la frontiera degli Stati Uniti con l’aiuto degli scafisti. Hanno pagato gli scafisti americani e sono saliti nel loro camion dopo avere attraversare il Rio Grande ed essere nell desserto tra gli Stati Uniti e il Messico. Ma gli scafisti hanno simulato un’avaria sul camion e tutti i migranti hanno dovuto scendere, ma quando il camion si è messo in movimento, gli scafiti fuggiono senza i migranti. Quindi i messicani erano soli nell deserto e tutti sono morti a causa della mancanza di acqua e del calore. Quest’esempio mostra anche che gli scafisti non vogliono propio aiutare gli immigrati e che vogliono unicamente trarre profitto della situazione, a volte, a scapito della vita di quest’immigrati perché, come racconta Bilal, gli scafisti possono obbligarli a butarsi in acqua, anche quando non sanno nuotare.



Réponse : [Italien]Notion bac LV3 de lo53, postée le 17-05-2017 à 15:10:14 (S | E)
L’immigrazione può anche essere un problema per il paese di accoglienza perché può provocare disocupazzione. Infatti, gli immigrati aumentano il numero di abitanti in una regione ma non aumentano sistematicamente il numeor di impieghi, quindi, crea disocupazzione. Il Brain Drain è la emigrazione della gente qualificata di un paese che sono alla ricerca di migliori condizioni di lavoro o un migliore stipendio. A causa di questo fenomeno, i paesi non sviluppati perdono le sue élites e speranze perché lasciano il loro paese per studiare e non tornano, quindi, è più difficile per il paese di sviluparsi. L’immigrazione può anche sembrare a un problema perché cambia la cultura di un paese. Per esempio, i rifugiati non vogliono adottare la cultura del paese in cui immigrano perché, come racconta Bilal, lasciare la sua casa non è una scelta e vogliono unicamente vivere, e, a lungo termine, cambia la cultura di un paese. Ho letto un articolo che dice che in 2050, gli Stati Uniti sarà il paese dove ci saranno il numero il più considerevole di ispanofoni, davanti la Spagna e il Messico.

L’immigrazione può essere un bene perché permette di convidere le culture di ognuno perché non c’è solo l’immigrazione di personne ma c’è anche flussi di capitali, di servizi e merce come l’alimentazione. Ho studiato un documento sul “made in Italy” alimentare e dice che l’alimentazione italiana è conosciuta in tutto il mondo grazie alla pasta, la pizza, la mozzarella, il caffè, il cioccolato, etc (et cetera). L’immigrazione alimentare permette di convidere la sua cultura grazie a specialità nazionale. Le specialità nazionale possono essere marchi famosi come per le machine, le scarpe, i vestiti… Puo anche essere un sport, come il calcio in Italia, o le celebrità. L'Italia ha il “soft power” perché è conosciuta grazie alla sua cultura e certi prodotti fanno parte della cultura di certi paesi. Per esempio, gli Stati Uniti sono il primo paese consumatore di pizza e dopo c'è la Francia e dopo l'Italia. C’è anche l’immigrazione di turisti che permette di convidere la cultura perché sono persone che vogliono scorprire nuovi paesaggi, nuove maniere di lavorare, di mangiare, di pensare, etc. L'immigrazione è anche un bene al livello personale perché permette di scorprire nuove culture, di maturare e di trovare il luogo dove te senti il meglio e dove la cultura te corrisponde il più, significa che puoi scegliere dove vuoi vivere e che non sei obbligato di vivere dove sei nato.
L'immigrazione può anche permettere a un paese di sviluparsi perché, per esempio, i paesi di America sono nati grazie all'immigrazione e hanno evolto grazie a lei. Il Brain Drain è anche un bene per i paesi di accoglienza perché più un paese ha lavoratori qualificati, più può sviluparsi rapidamente. Ho studiato un documento sulle “imprese multicolori”, è un documento che trata degli italiani che lavorano nelle imprese straniere in Italia, dirigete per stranieri. Le personne interrogate dicono che è molto arricchente di lavorare con stranieri perché permette scorprire nuove maniere di lavorare, anche permette di trovare un lovoro più facilmente e gli impreditori stranieri sono buoni come gli imprenditori italiani. L'immigrazione permette anche promuovere certi luoghi. Ho studiato un documento che si chiama “la città ideale esiste”, trata dell' esperienza degli italiani all'estero per migliorare il turismo in Italia. Tutti hanno un ricordo positivo delle sue vacanze e ciò dicono, quindi, tutti possono trovare un luogo dove si sente bene. Infatti, tutti può trovare il paese o il luogo dove si sente il meglio, quindi, tutti può essere felice da qualche parte, e può promuovere questo luogo.

Per concludere, l'immigrazione ha aspetti negativi perché la gente sfugge scandante condizioni di vita e possono morire durante il loro viaggio, ma può anche creare problemi nel paese di acoglienza. Ma l'immigrazione ha anche aspetti positivi perché permette convidere culture e luoghi e anche permette a certi paesi di sviluparsi.



Réponse : [Italien]Notion bac LV3 de lola56, postée le 18-05-2017 à 18:09:05 (S | E)
Bonjour,

pour la phrase " les habitants d'un pays en guerre mettent leur vie et celle de leurs enfants en danger lorsqu'ils restent dans leur pays" met plutôt çà gli abitanti di un paese dove c'e la guerra riscianno la loro vita e quella dei loro bambini.

Concernant, la deuxième grande partie les erreurs sont les suivantes:
-condividere
-l'immigrazione delle personne
-l'immigrazione alimentare permette di condividere
- répétition ce n'est pas convidere mais condividere
-scoprire x2
-un luogo dove ci sentiamo meglio
-e dove la cultura corrisponde di più a ciò che cerciamo
-significa che possiamo scegliere dove vogliamo vivere e che non siamo obligati di vivere dove siamo nati
ps: pour ces trois phrases il est préférable d'utiliser le pronom nous
-i paesi di America sono nati = i paesi dell' america si sono svilupatti
-rapidemente = plutot utiliser velocemente
-tratta x2
-permette di scoprire nuove maniere
-un lavoro
-l'immigrazione permette anche di promuovere
-tutti... delle loro vacanze
-un luogo dove si sentono bene
-tutti possono trovare
-dove si sentono meglio
-tutti possono essere..
- per redere questo luogho più attrattivo
- conclusion: l'immigrazione ha degli aspetti negativi perché la gente lasciano il loro paese per motivi di guerra,di condizione di vità , a causa della povertà ecc. Tutti questi fattori causano problemi nel paese di accoglienza. Ma l'immigrazione può anche avere degli aspetti positivi perché permette di condividere le diverse culture, cercando di sviluppare alcuni paesi.

Je te souhaite bonne chance pour ton oral d'italien ;)

Cordialement,
Lola.




[POSTER UNE NOUVELLE REPONSE] [Suivre ce sujet]


Cours gratuits > Forum > Forum Italien
Partager : Facebook / Google+ / Twitter / ... 

> INDISPENSABLES : TESTEZ VOTRE NIVEAU | GUIDE DE TRAVAIL | NOS MEILLEURES FICHES | Les fiches les plus populaires | Aide/Contact

> COURS ET TESTS : Abréviations | Accords | Adjectifs | Adverbes | Alphabet | Animaux | Argent | Argot | Articles | Audio | Auxiliaires | Chanson | Communication | Comparatifs/Superlatifs | Composés | Conditionnel | Confusions | Conjonctions | Connecteurs | Contes | Contraires | Corps | Couleurs | Courrier | Cours | Dates | Dialogues | Dictées | Décrire | Démonstratifs | Ecole | Etre | Exclamations | Famille | Faux amis | Films | Formation | Futur | Fêtes | Genre | Goûts | Grammaire | Grands débutants | Guide | Géographie | Heure | Homonymes | Impersonnel | Infinitif | Internet | Inversion | Jeux | Journaux | Lettre manquante | Littérature | Magasin | Maison | Majuscules | Maladies | Mots | Mouvement | Musique | Mélanges | Méthodologie | Métiers | Météo | Nature | Nombres | Noms | Nourriture | Négations | Opinion | Ordres | Participes | Particules | Passif | Passé | Pays | Pluriel | Politesse | Ponctuation | Possession | Poèmes | Pronominaux | Pronoms | Prononciation | Proverbes | Prépositions | Présent | Présenter | Quantité | Question | Relatives | Sports | Style direct | Subjonctif | Subordonnées | Synonymes | Temps | Tests de niveau | Tous les tests | Traductions | Travail | Téléphone | Vidéo | Vie quotidienne | Villes | Voitures | Voyages | Vêtements

> INFORMATIONS : Copyright - En savoir plus, Aide, Contactez-nous [Conditions d'utilisation] [Conseils de sécurité] Reproductions et traductions interdites sur tout support (voir conditions) | Contenu des sites déposé chaque semaine chez un huissier de justice. NE PAS COPIER | Mentions légales / Vie privée / Cookies.
| Cours et exercices d'italien 100% gratuits, hors abonnement internet auprès d'un fournisseur d'accès.